fbpx

Il caso di Bibbiano deve restare scolpito nella nostra mente e tutti dobbiamo pretendere verità e giustizia. 
L’attenzione dei media, e lancio una provocazione, dovrebbe essere almeno la stessa di quella che c’è stata qualche tempo fa per una ex soubrette e il suo fidanzato immaginario, invece poco o niente.
Ma come è possibile che se ne parli così poco?

Condivido qui le parole di un post che ho letto qualche giorno fa sul web:

“Voi avete capito quello che succedeva a Bibbiano (Reggio Emilia)? 
Avete capito che portavano via i figli alle famiglie, accusando i genitori di abusi inventati di sana pianta, per lucrare e darli in affido a strutture ? 

Avete capito che davano loro scariche elettriche per manipolarne i ricordi? 
Che falsificavano i disegni per avvalorare le accuse?

Che omettevano di consegnare ai bambini lettere e regali dati dai genitori naturali? 

Che tutto questo veniva fatto oltre che per soldi anche per garantire il diritto ad avere un figlio a tutti i costi a coppie che non potevano averne naturalmente, calpestando così il diritto dei genitori naturali?

Avete capito che per 20 anni, senza che nessuno alzasse un dito verso questo sistema tanto lodato e portato a esempio in tutta la regione, centinaia di bambini ai quali hanno fatto il lavaggio del cervello, sono stati strappati alle famiglie, mantenuti in affido incassando i relativi contributi regionali e sottoponendoli a un circuito di cure private a pagamento?

Perché non vedo tutto questo sui giornali, tv come se rispondessero tutti a un ipocrita e complice ordine di scuderia?

Questo silenzio è il fallimento delle istituzioni.
Questo silenzio è la violenza più profonda. 
Questo silenzio è inaccettabile. 

(Tratto e ampliato da un post di Don Francesco Minervino)”

 

Inserisco anche un articolo del blogdellestelle.

 

Movimento 5 Stelle Valle d'Aosta

Unisciti alla nostra Newsletter! Riceverai aggiornamenti sui nostri comunicati stampa, agli eventi organizzati sul territorio e su eventuali campagne elettorali in corso! Potrete velocemente accedere ad articoli, video, sondaggi su i temi più importanti e non perdere gli incontri in programma. Contribuisci con le tue idee!

Do il consenso al trattamento dei dati personali!

Registrazione avvenuta con successo!

Share This