fbpx

Una piccola riflessione…

Oggi è una data importante per la Valle d’Aosta: Rollandin è ufficialmente fuori dal consiglio Regionale.
La sostituzione di oggi, con il neoconsigliere Peinetti a cui auguro un buon lavoro e tal proposito aggiungo che rispetto il voto di tutti i colleghi senza fomentare strumentalizzazioni intuiti, è la seconda che avviene in questa legislatura per la “Severino”. ( Due mesi fa Giovanni Barocco ha sostituito Marco Sorbara che si trova ancora in carcere).

Tutto ciò è avvenuto tra le fila dell’Union Valdôtaine che ad oggi è protagonista dall’ennesima vicenda giudiziaria. In questi mesi ho avuto modo di confrontarmi con molti unionisti e tanti, in primis, sono arrabbiati e schifati per la vicenda. 
Io non concordo con la logica unionista=disonesto, se c’è l’unionista che bene è a conoscenze della rete poco trasparente di voto di scambio che è trapelata dalle indagini e ha sostenuto quel sistema c’è anche l’unionista che probabilmente ignaro di ciò che succedeva, ha creduto nei valori del mouvement. Nessuna captatio, ma credo sia così e lo credo per tutti i partiti, anche quelli che mi stanno poco a genio come il suddetto.

Sottolineo e cito (Aostasera) che, paradossalmente, “con questa nuova sostituzione arrivano a 37 gli eletti “stipendiati” dal Consiglio regionale, due dei a indennità dimezzata”

Al di là di come la si pensi, è nevralgico e simbolico che oggi Rollandin sia fuori dal Consiglio Valle.

Fermo restando che questa sia una bruttissima pagina della politica valdostana, oggi una pagina, viene comunque girata.

#consvda

Movimento 5 Stelle Valle d'Aosta

Unisciti alla nostra Newsletter! Riceverai aggiornamenti sui nostri comunicati stampa, agli eventi organizzati sul territorio e su eventuali campagne elettorali in corso! Potrete velocemente accedere ad articoli, video, sondaggi su i temi più importanti e non perdere gli incontri in programma. Contribuisci con le tue idee!

Do il consenso al trattamento dei dati personali!

Registrazione avvenuta con successo!

Share This