fbpx

Per la politica valdostana si aprono nuovi scenari.

Oggi, giovedì 28 marzo 2019, Augusto Rollandin, ex Presidente della Regione Valle d’Aosta e attuale Consigliere regionale dell’Union Valdôtaine, nonché Vicepresidente dell’Assemblea valdostana, è stato condannato a quattro anni e sei mesi nell’ambito del processo per corruzione, perpetrata durante la sua attività amministrativa. Il processo si è svolto con il rito abbreviato. Per l’ex Presidente della Regione scatta ora la procedura che, in base alla legge Severino, lo porterà alla sospensione dalla carica di Consigliere regionale.

Non era affatto fuori luogo la richiesta, formulata con una mozione appoggiata anche dal gruppo consiliare del M5S, rivolta a Rollandin affinché si dimettesse almeno dalla carica di Vicepresidente dell’Assemblea.

Per la politica valdostana si aprono nuovi scenari e forse è finito il lungo regno del ‘deus ex machina’ dell’Amministrazione regionale.

Il rispetto della legalità e dell’onorabilità dell’Aula hanno un valore che ben poche forze politiche riconoscono a questa Istituzione. È pertanto inevitabile il domino che sta portando alla caduta, uno alla volta, dei rappresentanti di questa vergognosa maniera di fare politica.

Appena entrerà in vigore la nuova legge elettorale, si vada subito al voto per spazzare via l’intera corte dei miracoli dell’imperatore.

Movimento 5 Stelle Valle d'Aosta

Unisciti alla nostra Newsletter! Riceverai aggiornamenti sui nostri comunicati stampa, agli eventi organizzati sul territorio e su eventuali campagne elettorali in corso! Potrete velocemente accedere ad articoli, video, sondaggi su i temi più importanti e non perdere gli incontri in programma. Contribuisci con le tue idee!

Do il consenso al trattamento dei dati personali!

Registrazione avvenuta con successo!

Share This