fbpx

Il gruppo consigliare del Movimento 5 Stelle Valle d’Aosta del M5S denuncia il grave e lesivo atteggiamento della maggioranza nella commissione speciale CVA che ha impedito, di fatto, la proroga dei lavori della Commissione: la discussione di un tema tanto centrale per la vita quotidiana dei cittadini valdostani, come quello della gestione dell’acqua pubblica, necessita di ulteriori approfondimenti, utili a sondare in modo più puntuale tutti gli scenari individuati e, soprattutto, di tempi adeguati per la redazione della relazione della Commissione, tenuto conto della particolare rilevanza che essa rivestirà per la discussione in Consiglio regionale.

La minoranza in modo compatto ha chiesto, in riunione capigruppo, di anticipare questo punto all’ordine del giorno di ieri, 3 aprile 2019, del consiglio regionale, ricevendo la disponibilità della Presidenza dell’Assemblea solo se la Commissione speciale avesse deliberato di chiedere una proroga dei lavori per ulteriori approfondimenti.

I Consiglieri di maggioranza, in Commissione, hanno invece ritenuto che non fosse necessario chiedere una proroga dei lavori, giudicando adeguata e sufficiente la loro relazione, nonostante tutti i consiglieri di minoranza avessero abbandonato i lavori e risultassero assenti in fase deliberativa.

La maggioranza in Commissione ha dimostrato la volontà di condizionare le scelte nella direzione univoca della quotazione in borsa, senza accogliere l’importante lavoro svolto dalla minoranza anche nella realizzazione, ancora in corso, della Norma di attuazione dello Statuto, che afferma il potere della Regione di intervenire sulle procedure e modalità dell’utilizzo delle acque e sul ruolo delle società che operano in tale campo.

Questo pare un atteggiamento sordo anche davanti a pareri scientifici di alto livello come quello del prof. Maurizio Dallocchio, Professore Ordinario di Finanza Aziendale dell’Università Bocconi di Milano, che ha affermato che il momento borsistico contingente non favorisce un processo volto alla quotazione subitanea della CVA.

Quali sono le reali motivazioni che prevedono urgenza e imprescindibilità della quotazione in borsa di CVA, quando altre regioni settentrionali a statuto speciale stanno muovendosi verso una maggiore o totale proprietà pubblica delle società idroelettriche?

La minoranza, compatta, aveva inoltre chiesto di anticipare nell’aula del Consiglio regionale anche la risoluzione riguardante il prezzo del latte, impegnando il governo a convocare un incontro tra le associazioni di categoria e la commissione competente, al fine di determinare concrete azioni a tutela del settore lattiero-caseario e dell’allevamento.

Inoltre è stato chiesto di anticipare la risoluzione che soddisfi la richiesta del Corpo dei Vigili del Fuoco Valdostani, espressa già da tempo con un referendum, di entrare a far parte del Corpo nazionale dei Vigili del Fuoco.

Nessuna richiesta di anticipo dei punti all’O.d.G. è stata accolta (anche quelli presentate della stessa maggioranza), neppure a fronte dell’osservazione che si tratti di argomenti già più volte rimandati e che rischiano di subire ulteriori dilazioni che andranno ben oltre la prossima seduta.

Movimento 5 Stelle Valle d'Aosta

Unisciti alla nostra Newsletter! Riceverai aggiornamenti sui nostri comunicati stampa, agli eventi organizzati sul territorio e su eventuali campagne elettorali in corso! Potrete velocemente accedere ad articoli, video, sondaggi su i temi più importanti e non perdere gli incontri in programma. Contribuisci con le tue idee!

Do il consenso al trattamento dei dati personali!

Registrazione avvenuta con successo!

Share This