fbpx

LA REGIONE È IN ESERCIZIO PROVVISORIO PER RIPICCHE DI PARTITO

di Manuela Nasso – Sicuramente sono settimane particolari e dure.
Quattro consiglieri si sono dimessi (non perché indagati altrimenti lo avrebbero fatto molto prima, ma perché la notizia del loro status di indagati è uscita sui media) e così siamo stati in 31 al posto di 35 per qualche giorno.

Quello che rimaneva della maggioranza pareva cercare collaborazione con la minoranza per portare migliorie ad un bilancio “inquinato”.

Appena ricomposto il plenum dell’aula ed evidentemente dopo essersi fatti dei calcoli la collaborazione della minoranza non era poi così indispensabile a quanto é parso.

Il voto sul bilancio è di fatto un voto di fiducia e noi correttamente e coerentemente abbiamo sempre detto che ci saremmo impegnati a migliorarlo ma non lo avremmo mai votato, lo diciamo da settimane.

Succede che lo scorso lunedì il Comité Féderal dell’Union Valdôtaine che vede tre “cambi” da inizio legislatura (un arrestato, un indagato e un condannato per corruzione sospeso dalla Severino) dice ai suoi eletti “dopo il bilancio dimettetevi” e guarda un po’ due voti sono venuti meno.
E dov’era quel senso di responsabilità tanto acclamato i gironi prima?
Il bilancio è stato portato in aula senza i numeri per essere approvato.

La regione è in esercizio provvisorio per ripicche di partito. Al di là della lettura tecnica di questo provvedimento, ci tengo a sottolineare quella politica.

Forse è stata scritta una delle pagine più indegne della politica valdostana, una totale perdita di serietà e uno scollamento della realtà sono ormai visibili a tutti.

Il futuro è incerto e nuove elezioni sono la soluzione a questa instabilità ma non sono di certo la cura ad un sistema corrotto e malato da decenni.

Io sono pronta a dimettermi, anche altri colleghi lo sono, ma devo ammettere che vedere le persone oneste e pulite proporre le loro dimissioni mi pare un doppio fallimento.

Per candidarmi ho presentato il mio casellario giudiziale, sono incensurata e totalmente trasparente…. e devo dimettermi?
Comincino quelli che compaiono nelle inchieste e che non hanno agito in tutta trasparenza.
(A chi commenterà questo mio ragionamento provocatorio con un “hai paura del voto e della perdita della poltrona” dico di risparmiare l’energia e cerchi altri argomenti).

La situazione è più complessa di così ma ho provato a riassumere in qualche paragrafo i punti importanti, ora vedremo i risvolti per arrivare alle nuove prossime elezioni e ridare la parola ai cittadini.

Per concludere lancio un appello sincero ai valdostani che mettono nel calderone tutti i politici: con uno sguardo più attento vi accorgerete che non siamo tutti uguali e che non tutti mettono gli interessi personali o partitici davanti a quelli della comunità.

Movimento 5 Stelle Valle d'Aosta

Unisciti alla nostra Newsletter! Riceverai aggiornamenti sui nostri comunicati stampa, agli eventi organizzati sul territorio e su eventuali campagne elettorali in corso! Potrete velocemente accedere ad articoli, video, sondaggi su i temi più importanti e non perdere gli incontri in programma. Contribuisci con le tue idee!

Do il consenso al trattamento dei dati personali!

Registrazione avvenuta con successo!

Share This