fbpx

Quello che sta succedendo in queste ore in Consiglio regionale è un vero e proprio attacco al territorio e ai cittadini.
La società CVA è la più importante partecipata della nostra regione e beneficia della concessione del 58% dei corsi d’acqua. L’acqua è il nostro bene più prezioso e non deve essere la merce di scambio della
maggioranza per andare a coprire debiti di altre partecipate!!!
CVA è dei valdostani e questa è una vera e propria svendita per racimolare quattrini!!!
La scusa è quella di vincolarsi da alcune norme come la concessione delle acque o il decreto Madia. Tutte superabili, a detta di esperti giuristi, attraverso le norme di attuazione del nostro Statuto.
Dov’è finita l’autonomia tanto decantata?? Dove è finita la nostra autonomia legislativa?
Libertà e autonomia, due concetti fondamentali quando parliamo di un bene essenziale come l’acqua.

I BENI ESSENZIALI NON HANNO UN PREZZO.
LA GESTIONE DELL’ACQUA DEVE RIMANERE PUBBLICA.

Movimento 5 Stelle Valle d'Aosta

Unisciti alla nostra Newsletter! Riceverai aggiornamenti sui nostri comunicati stampa, agli eventi organizzati sul territorio e su eventuali campagne elettorali in corso! Potrete velocemente accedere ad articoli, video, sondaggi su i temi più importanti e non perdere gli incontri in programma. Contribuisci con le tue idee!

Do il consenso al trattamento dei dati personali!

Registrazione avvenuta con successo!

Share This